top of page
  • Immagine del redattoreAndrea Viliotti

Google Svela Gemini 1.5: Un Nuovo Salto Nell'Intelligenza Artificiale

Google lancia Gemini 1.5 Pro, evoluzione del modello di intelligenza artificiale Gemini 1.0, con capacità notevolmente ampliate: gestisce fino a 1 milione di token, permettendo analisi profonde di video, audio e testi. Durante la presentazione, ha mostrato capacità avanzate di comprensione e traduzione, anche in contesti complessi come trascrizioni storiche e linguaggi minoritari. Attualmente in test privato, promette innovazioni significative nell'IA.


Google Svela Gemini 1.5: Un Nuovo Salto Nell'Intelligenza Artificiale
Google Svela Gemini 1.5: Un Nuovo Salto Nell'Intelligenza Artificiale

Solo una settimana dopo il lancio della nuova lineup di chatbot IA, con in prima linea Gemini Advanced basato sul potente modello di grande linguaggio (Large Language Model, LLM) Gemini 1.0 Ultra, Google sembra già pronta a superare se stessa. L'ultimo arrivato, Gemini 1.5 Pro, si posiziona vicino al gigante Gemini 1.0 Ultra in termini di potenza e capacità, segnando un nuovo capitolo nell'ambizioso percorso dell'intelligenza artificiale di Google.


Gemini 1.5

Gemini 1.5 Pro si distingue per la sua efficienza, sia in fase di addestramento sia nella generazione di contenuti. Con una capacità di gestire fino a 128.000 token per default, e la possibilità per alcuni clienti selezionati di testare una versione capace di elaborare fino a 1 milione di token, questo modello spinge i confini di ciò che un LLM può fare. Per dare un'idea, questa capacità si traduce nella gestione di un'ora di video, 11 ore di audio, oltre 700.000 parole di testo o 30.000 linee di codice di programmazione.


Le dimostrazioni offerte da Google non mancano di stupire. Ad esempio, Gemini 1.5 Pro ha analizzato oltre 400 pagine di trascrizioni audio della missione Apollo 11, identificando momenti di interesse con precisione. In un altro test, ha trasformato un film muto di 45 minuti in un compendio di informazioni analizzabili, dimostrando una comprensione e una capacità di analisi che sfiorano l'umano.


Mentre Gemini 1.5 Pro continua i suoi test privati con un gruppo selezionato di clienti, resta la curiosità sulle potenzialità di Gemini 1.5 Ultra e sulla sua disponibilità futura. Questi sviluppi non solo consolidano la posizione di Google nel panorama dell'intelligenza artificiale ma stimolano anche una competizione costruttiva nel settore, con rivali come OpenAI che continuano a spingere i limiti della tecnologia.


Conclusioni

L'annuncio di Gemini 1.5 Pro da parte di Google segna un altro passo avanti nel cammino verso un'intelligenza artificiale sempre più capace e versatile. Con capacità di analisi che spaziano dal video all'audio, passando per testi complessi e codici di programmazione, Google continua a spingere i confini di ciò che l'IA può realizzare, promettendo applicazioni future che potrebbero trasformare ulteriormente il nostro modo di interagire con la tecnologia.

48 visualizzazioni0 commenti

Comentarios


bottom of page