top of page
  • Immagine del redattoreAndrea Viliotti

Adozione dell'AI personalizzata: strategie e competenze chiave

Aggiornamento: 18 gen


La turbolenza in OpenAI ha innescato un movimento verso la diversificazione nell'AI, con aziende come Walmart riducendo la dipendenza da un unico fornitore. Questo cambio riflette la consapevolezza dei rischi dell'eccessiva dipendenza da un singolo provider AI. Competitori come Google, Amazon e Microsoft intensificano le loro offerte AI, mentre le aziende cercano soluzioni AI personalizzate, evidenziando l'importanza di strategie AI flessibili e adattabili per rimanere competitive.


Adozione dell'AI personalizzata: strategie e competenze chiave
Adozione dell'AI personalizzata: strategie e competenze chiave

La recente turbolenza in OpenAI, marcata dal temporaneo allontanamento e dal successivo rientro del CEO Sam Altman, ha scatenato una significativa reazione nel mercato dell'intelligenza artificiale. Si osserva una spinta verso la diversificazione delle scelte tecnologiche in ambito AI, un trend evidenziato dalla strategia di grandi aziende come Walmart, che hanno ridotto la loro dipendenza da OpenAI a favore di un portfolio più variegato di fornitori.

Questo movimento non rappresenta semplicemente un cambio di fornitore, ma riflette una crescente consapevolezza dei rischi legati all'eccessiva dipendenza da un singolo provider nel settore AI. OpenAI, nonostante le sfide affrontate, continua a giocare un ruolo centrale nel panorama dell'intelligenza artificiale. Tuttavia, la sua fase di instabilità ha alimentato la concorrenza, spingendo colossi come Google, Amazon e Microsoft a intensificare e diversificare la propria offerta AI, con l'introduzione di nuovi modelli e servizi.

In questo scenario, le aziende stanno iniziando a comprendere l'importanza strategica di soluzioni AI personalizzate per soddisfare esigenze specifiche. L'adozione di modelli AI su misura, piuttosto che standardizzati, è diventata fondamentale per mantenere la competitività sul mercato. Ne sono esempi l'avanzato utilizzo dell'AI da parte di entità come la NBA e Bloomberg, che implementano servizi AI Gen altamente personalizzati.

L'evoluzione dei GPT e della ChatGPT Team Version da parte di OpenAI segna un punto di svolta per le microaziende e le PMI, offrendo soluzioni personalizzabili che migliorano l'efficienza operativa e permettono un approccio più mirato all'implementazione dell'AI. Questo apre nuove prospettive per le piccole imprese, permettendo loro di sfruttare l'AI per rispondere a esigenze specifiche.

Tuttavia, l'adozione efficace di queste soluzioni AI personalizzate comporta sfide significative, come la necessità di investimenti in formazione e sviluppo di competenze, la mancanza di una strategia AI chiara e la carenza di personale qualificato. Le aziende devono quindi trovare un equilibrio tra l'efficienza dei modelli AI preconfigurati e il desiderio di innovare con soluzioni su misura. Superare queste sfide può aprire nuove ed entusiasmanti opportunità di innovazione nell'uso dell'intelligenza artificiale.

Guardando al futuro, è probabile che il mercato dell'AI si orienti verso un equilibrio tra soluzioni standardizzate e personalizzate. Integrando l'AI nelle loro strategie, le aziende puntano a creare valore aggiunto tramite l'innovazione, sottolineando l'importanza della flessibilità e dell'adattabilità nell'era dell'AI. Questo panorama prefigura un mondo in cui l'intelligenza artificiale non è solo uno strumento, ma un partner dinamico e versatile nel percorso verso l'innovazione e la competitività.


Reazioni del Mercato, Diversificazione delle Fonti di AI e AI personalizzata

La recente crisi di governance in OpenAI ha segnato un punto di svolta per molte aziende nel campo dell'intelligenza artificiale, spingendole a diversificare le loro fonti tecnologiche. Un esempio emblematico è rappresentato da Walmart, gigante del retail, che ha rapidamente ripensato la propria strategia di impiego dell'AI. Riducendo la dipendenza da OpenAI, l'azienda ha scelto di avvalersi di un portafoglio più ampio di fornitori AI, un cambiamento che si inserisce in un contesto più ampio di consapevolezza crescente nel mondo imprenditoriale sui rischi legati alla dipendenza da un singolo provider di intelligenza artificiale.

La strategia di Walmart rivela un approccio cauto ma orientato all'innovazione. Attraverso incontri mirati con i propri team tecnologici, l'azienda ha sottolineato l'importanza di sfruttare la piattaforma AI sviluppata internamente, che le consente di integrare diversi modelli AI, inclusi quelli di OpenAI, garantendo al contempo una maggiore resilienza in caso di problemi con un fornitore specifico.

La stessa tendenza si osserva anche in altre realtà aziendali. Doug Merritt, CEO di Aviatrix, azienda leader nel cloud networking, ha prontamente valutato con i suoi team tecnologici l'importanza di diversificare gli strumenti AI in uso. Pur sfruttando la tecnologia di OpenAI per alcune funzioni, Aviatrix ha integrato anche modelli da diversi fornitori, riducendo così la sua dipendenza da una singola fonte.

Questo scenario mette in risalto un principio chiave dell'era digitale: la diversificazione e l'integrazione di molteplici fonti tecnologiche AI sono diventate cruciali per garantire maggiore sicurezza e flessibilità nel business. Questa tendenza domina le discussioni nel settore tecnologico globale, riflettendo un cambiamento strategico significativo nell'approccio all'intelligenza artificiale.


La crescita dei competitori

Nonostante le recenti sfide interne, OpenAI ha mantenuto una posizione leader nel settore dell'AI generativa, dimostrando sia resilienza che capacità innovativa. Tuttavia, il periodo di instabilità manageriale ha catalizzato l'ascesa di nuovi player nel settore e l'ampliamento delle offerte da parte di colossi come Google, Amazon e Microsoft. In particolare, Microsoft ha potenziato le sue iniziative tramite Azure, collaborando con aziende importanti come Meta e Cohere, oltre a mantenere il suo impegno con OpenAI.

Google, dal canto suo, ha lanciato Gemini, un innovativo modello di AI generativa, vantando costi più bassi e prestazioni superiori in determinati ambiti rispetto ai modelli di OpenAI. Questa mossa sottolinea l'impegno di Google nell'AI e la sua competitività diretta con OpenAI.

Parallelamente, Amazon, attraverso il suo reparto Amazon Web Services (AWS), sta intensificando la competizione nel settore AI. AWS ha introdotto una serie di nuove tecnologie AI, inclusi strumenti avanzati per lo sviluppo di chatbot e servizi di generazione di immagini basati sull'intelligenza artificiale. Un elemento fondamentale è il servizio Bedrock, che consente alle aziende di personalizzare modelli AI standard con i propri dati, per sviluppare soluzioni su misura.

Ulteriormente, AWS ha presentato Amazon Q, un assistente AI generativo orientato al mondo del lavoro. Amazon Q, operante su Bedrock, è progettato per supportare le attività aziendali, integrando diversi modelli AI e rispettando i protocolli di sicurezza dei dati. Questo rappresenta un significativo ampliamento dell'offerta di AWS nell'intelligenza artificiale, evidenziando l'impegno di Amazon nel fornire soluzioni AI innovative e sicure per il contesto aziendale.

L'ascesa di nuovi concorrenti e l'espansione delle offerte da giganti come Google, Microsoft e Amazon evidenziano un mercato dell'AI in rapida evoluzione. Questi sviluppi non solo riflettono la continua trasformazione del settore, ma anche la necessità imperante per le aziende di innovare e diversificare per mantenere la propria competitività.


AI come Elemento Strategico e la Necessità di Personalizzazione

Le aziende, riconoscendo l'importanza cruciale dell'intelligenza artificiale generativa, stanno ora enfatizzando la personalizzazione delle soluzioni AI. L'obiettivo è sviluppare piattaforme che siano specificamente addestrate e mirate ai loro obiettivi aziendali.

Si è compresa l'importanza dell'AI nel coinvolgere i clienti, migliorare la produttività dei dipendenti e rimodellare i processi aziendali. L'implementazione dell'AI in vari settori ha portato a prodotti innovativi, ridotto i tempi di sviluppo, trasformato la cultura lavorativa e riorganizzato i dati aziendali su vasta scala. Un esempio notevole è la NBA, che ha sfruttato la tecnologia cloud e AI di Microsoft per creare esperienze fan personalizzate, risultando in un incremento del 50% degli abbonamenti a NBA League Pass e triplicando le visualizzazioni dei contenuti video dell'app NBA rispetto alla stagione precedente.

BloombergGPT rappresenta un significativo avanzamento di Bloomberg nel settore finanziario, illustrando l'efficacia dell'applicazione dell'AI generativa. La piattaforma, alimentata da un vasto database di dati finanziari raccolti da Bloomberg e risorse pubbliche, fornisce ai professionisti del settore accesso diretto a informazioni altamente pertinenti e personalizzate.

L'adozione di soluzioni AI personalizzate è diventata un elemento cruciale per le aziende che mirano a mantenere la propria competitività. La capacità di adattare l'AI alle specifiche esigenze dell'azienda, anziché affidarsi a modelli standard, è diventata fondamentale.


Evoluzione dei GPTs e ChatGPT Team Version

L'offerta di OpenAI, inclusi i GPTs e la ChatGPT Team Version, rappresenta un'innovazione cruciale nel campo delle tecnologie AI generative. Questi strumenti sono particolarmente vantaggiosi per professionisti e piccole imprese, offrendo accesso facile e conveniente a piattaforme di intelligenza artificiale personalizzabili, pronte per l'integrazione nei processi aziendali.

I GPTs, personalizzabili e versatili, permettono alle aziende di adattare l'intelligenza artificiale alle proprie esigenze specifiche, senza la necessità di competenze avanzate in programmazione. Ad esempio, un agente di vendita potrebbe utilizzare un GPT personalizzato per analizzare e rispondere in tempo reale alle richieste dei clienti, migliorando così le strategie di vendita. Analogamente, un professionista del supporto tecnico potrebbe impiegare un GPT per fornire risposte rapide e precise, migliorando il servizio clienti. Lo Store GPT di OpenAI, inoltre, permette ai professionisti di diversi settori di scoprire e adottare chatbot sviluppati da altri, favorendo un apprendimento collaborativo e l'adozione di soluzioni innovative.

ChatGPT Team Edition, potenziata da GPT-4, è ideale per le piccole e medie imprese che desiderano integrare l'AI nei loro processi aziendali. Offre risposte rapide ed efficienti, risultando particolarmente utile per aziende che gestiscono grandi volumi di dati. Le sue capacità avanzate di analisi dei dati forniscono insights preziosi, supportando decisioni strategiche e informate.

Questa piattaforma si distingue per la sua elevata personalizzazione, permettendo alle aziende di adattare i chatbot a esigenze specifiche, dalle attività di assistenza clienti alla redazione di documenti, fino alla ricerca di mercato. Un aspetto fondamentale è anche la sicurezza, con un ambiente di lavoro sicuro e controllato, dotato di gestione del team e controlli amministrativi che aderiscono a standard di sicurezza come SOC2 Tipo 1.

ChatGPT Team Edition facilita anche la collaborazione tra i membri del team, consentendo la creazione e condivisione di GPT personalizzati all'interno di un workspace condiviso. Questo promuove efficienza e cooperazione, con tutti i membri del team che possono sfruttare questi strumenti per diversi scopi.

Dal punto di vista economico, ChatGPT Team Edition è una scelta vantaggiosa per le aziende che cercano soluzioni AI avanzate senza grossi investimenti in R&D o infrastrutture IT. In sintesi, unisce velocità, personalizzazione, sicurezza e funzionalità collaborative, rendendola ideale per le PMI che intendono utilizzare l'intelligenza artificiale in modo efficace e accessibile.

L'impatto di queste innovazioni è significativo: aziende di tutte le dimensioni possono ora implementare soluzioni AI personalizzate che migliorano notevolmente produttività e innovazione. Questo rappresenta un vantaggio enorme, specialmente per le piccole e medie imprese, che possono accedere a questi strumenti avanzati senza grandi investimenti in R&D o competenze tecniche specialistiche.


Barriere all'Entrata e Competenze Necessarie

Per implementare efficacemente soluzioni AI personalizzate che superino le capacità di strumenti standard come i GPTs, le aziende devono investire significativamente nella formazione e nello sviluppo delle competenze del proprio personale. Un sondaggio condotto da McKinsey ha rivelato che la principale barriera all'adozione dell'intelligenza artificiale nelle aziende è la mancanza di una strategia AI chiara e definita, seguita da una carenza di personale qualificato e da silos organizzativi che ostacolano lo sviluppo di soluzioni AI integrate.

La carenza di personale con competenze specifiche in AI rappresenta una sfida notevole. Molti datori di lavoro sono costretti a cercare attivamente professionisti qualificati per sfruttare pienamente il potenziale dell'intelligenza artificiale. Di conseguenza, le organizzazioni stanno incrementando gli sforzi nella formazione interna, al fine di sviluppare un pool di talenti specializzati in AI.

Nonostante queste difficoltà, l'intelligenza artificiale personalizzata sta dimostrando un potenziale significativo, portando vantaggi tangibili. Le aziende che hanno fatto grandi progressi nella digitalizzazione stanno anche guidando l'adozione dell'AI. Queste organizzazioni utilizzano l'intelligenza artificiale in una varietà di funzioni, dalle operazioni di servizio allo sviluppo di prodotti. Inoltre, le aziende più avanzate nell'integrazione digitale nei loro processi tendono ad investire maggiormente nell'AI: secondo il sondaggio McKinsey, il 19% di queste aziende dedica più di un quinto del loro budget di digitalizzazione all'AI, rispetto all'8% delle altre imprese partecipanti.


Rischio di omologazione

Nel contesto dell'intelligenza artificiale generativa, le aziende si confrontano con una scelta cruciale: da un lato, l'efficienza e l'accessibilità dei modelli AI standard; dall'altro, l'aspirazione ad innovare e a distinguersi nel mercato. Questa situazione può essere paragonata a una strada che si divide in due direzioni: da una parte la praticità dei modelli AI preconfezionati, dall'altra il percorso meno convenzionale dell'innovazione personalizzata.

Consideriamo, per esempio, un'azienda che adotta un modello AI standard per il servizio clienti. Sebbene questo modello possa gestire le richieste in modo efficiente, potrebbe non essere in grado di offrire soluzioni uniche che rispecchino appieno l'identità e i valori dell'azienda. Ciò porta al rischio di omologazione, una tendenza verso soluzioni uniformi che possono limitare la diversità e l'innovazione. Questo fenomeno è simile a quanto osservato nel design automobilistico con l'introduzione dei software CAD 3D, che inizialmente portarono a una certa uniformità di design, ma che successivamente, grazie a un utilizzo più personalizzato, hanno permesso l'esplorazione di nuove possibilità creative e tecniche.

Tuttavia, il cammino verso l'AI personalizzata presenta delle sfide, come i costi elevati di implementazione e le complessità nella gestione del cambiamento organizzativo, senza dimenticare le implicazioni legali ed etiche. Superare queste barriere può però aprirsi su nuove opportunità evolutive per l'azienda. Immaginiamo un'azienda che sviluppa un modello AI specifico per analizzare i dati dei propri clienti, offrendo prodotti personalizzati che si allineano con la filosofia aziendale. Un tale modello non solo migliora l'esperienza cliente, ma contribuisce anche a distinguere l'azienda nel suo settore.

Le aziende possono navigare questa scelta strategica incorporando diverse competenze e background nelle squadre di sviluppo AI, infondendo creatività e nuove prospettive nelle soluzioni. Una gestione efficace del cambiamento è altresì cruciale per adottare queste tecnologie e minimizzare la resistenza interna.

Di fronte al rischio di omologazione nell'adozione dell'AI generativa, è fondamentale trovare un equilibrio. Per mantenere un vantaggio competitivo, le aziende devono integrare proattivamente innovazione e personalizzazione nelle loro strategie AI. Questa è una danza delicata tra l'uso di modelli AI standard e lo sviluppo di soluzioni su misura, una danza che, se ben eseguita, può aprire nuove possibilità di crescita e sviluppo aziendale.


Il futuro dell'AI aziendale

In un futuro prossimo, il mercato dell'intelligenza artificiale generativa si evolverà in un contesto in cui le soluzioni standardizzate e quelle personalizzate raggiungeranno un equilibrio. La tendenza sarà verso una maggiore enfasi sulla flessibilità e l'adattabilità per rispondere alle specifiche esigenze delle aziende. Le imprese, integrando l'AI nelle loro strategie operative, stanno orientando il focus non più solo alla riduzione dei costi, ma anche alla creazione di valore aggiunto attraverso l'innovazione.

L'investimento nell'AI generativa è in una fase di crescita, anche se ancora agli albori rispetto agli investimenti in forme più consolidate di digitalizzazione. Tale crescita indica un potenziale significativo per lo sviluppo di questo settore tecnologico. Nonostante le sfide finanziarie, organizzative e di competenze, le aziende stanno investendo nello sviluppo interno delle loro capacità in AI, valorizzando il controllo e la personalizzazione delle loro strategie digitali. Esplorano diversi modelli di adozione dell'AI, che vanno dall'integrazione totale all'utilizzo più selettivo e strategico nelle loro operazioni.

Molti leader aziendali riconoscono che i benefici offerti dall'AI superano i rischi associati, nonostante le sfide nell'adozione, come la gestione dei dati e le questioni di scalabilità e sostenibilità. Queste considerazioni sono fondamentali per un'implementazione dell'AI responsabile ed efficace.

Il mercato dell'AI generativa, in rapida evoluzione, sarà caratterizzato da un ampio spettro di soluzioni sia standardizzate che personalizzate. Le aziende di successo saranno quelle che riusciranno a integrare l'AI in modo coerente con la loro visione e obiettivi, dimostrando flessibilità e capacità di adattamento in un panorama tecnologico che cambia continuamente.


Conclusione

In seguito alla crisi di OpenAI e alle reazioni conseguenti nel mercato, si evidenziano due necessità cruciali: la diversificazione dei fornitori di AI e lo sviluppo di soluzioni di intelligenza artificiale personalizzate. Questi due aspetti non solo aumentano la resilienza di fronte alle crisi, ma stimolano anche maggior innovazione e competitività.

La diversificazione dei fornitori di AI si afferma come una tattica essenziale per le aziende, consentendo loro di non affidarsi esclusivamente a un unico fornitore e di sfruttare la varietà di competenze e innovazioni presenti nel mercato. Questo approccio riduce i rischi e arricchisce l'arsenale tecnologico delle aziende, potenziando le loro capacità innovative.

Contemporaneamente, l'emergere dell'AI personalizzata segna un punto di svolta significativo. Le soluzioni personalizzate di AI consentono alle aziende di adattare la tecnologia alle proprie esigenze specifiche e agli obiettivi, offrendo un vantaggio competitivo distintivo. Questa personalizzazione non si limita alla risoluzione di problemi specifici, ma apre anche nuove possibilità nell'interazione con i clienti e nella gestione interna, dimostrando come l'AI possa evolversi da semplice strumento a partner strategico, in grado di adattarsi ed evolversi insieme all'azienda.

In conclusione, la crisi di OpenAI ha evidenziato l'importanza di un approccio equilibrato nell'adozione dell'AI, dove la diversificazione dei fornitori si integra con la personalizzazione delle soluzioni. Questa combinazione rappresenta il fulcro di una strategia AI resiliente e innovativa, che consente alle aziende di navigare con sicurezza nelle incertezze del mercato e di sfruttare le opportunità emergenti in un panorama tecnologico in costante mutamento.

80 visualizzazioni1 commento

1 Comment


Giorgio FATARELLA
Giorgio FATARELLA
Jan 16

concordo in pieno su questa visone. Penso anche che l'evoluzione sarà molto veloce con il rischio che coloro che pensano di attendere prima l'arrivo del meglio per avvicinarsi a queste soluzioni , questa volta rischiano concretamente di rimanere indietro per sempre !

Like
bottom of page